Sonia Caporossi

Bozza automatica 2424

foto di Dino Ignani

 
 
si affida a una voce
ode sé stesso nel grembo infecondo degli orecchi
                   come sentirsi ridere a comando
                                      a piacimento
nel bacchettarsi ieratico dell’imprinting feroce
                                                         dell’urlo
                                      del richiamo a chi tace
quando l’ascolto si reitera intonso
nel fingere di prestarsi
                                      di apprestarsi
                                                         di arrestarsi
alla domanda gonfia di fiato
                                      quando le labbra si chiudono
                                      nel richiamo
                                                         a chi tace
e nessuno risponde
                                                         a ciò che ha domandato.
 
 
 
 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.