Michele Brancale

Michele Brancale
 
 
Alessandro Canzian suggerisce Michele Brancale
 
 
È un mucchio di case su crete arse.
Anche da lontano riesco a sentirne
il suono nelle gradazioni offerte
dal giorno: il canto mesto del lavoro,
la campana che percorre la valle
le sonagliere di muli carichi,
le parole che dicono degli ‘altri’
che sono partiti.
Sotto coperta
non posso fare a meno di pensare
se sarò restituito al mio paese.
 
 
 
 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.