Vernalda Di Tanna

Bozza automatica 2200
 
 
Dalla redazione di Laboratori Poesia
 
 
Disumano inganno un canto
semina nostalgia. È croce
l’insegna di ansiose
delizie che recano affisse
sulle vetrate le chiese
di campagna. Insistono
rossori tra i nodi:
spine, fiori tra i rovi.
 
 
 
 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.