Tomi Kontio

Bozza automatica 1160
 
Alessandro Canzian suggerisce Tomi Kontio
 
 
Dovunque vai, non scompari
 
Dovunque vai, non scompari,
il sole non è più lontano del mandarino dimenticato sul tavolo,
o della penna che si aggrappa al tuo nome
si sposta dal suo piedistallo.
Sono ritornato bambino,
ho lasciato cadere la mia cecità come un fazzoletto dalla finestra
e ho visto che non cade,
che l’universo non si espande,
che tra le stelle non c’è distanza,
che i vivi non sono più vicini dei morti,
che la Terra non è rotonda
e che tutto si concentra
in un solo punto: dove il carbone si trasforma
in diamante, il dolore in parola.
 
 
Traduzione di Antonio Parente
 
 
 
 

Commenti