Residenze Estive 2017 – tutte le foto

 

Residenze Estive 2017

Incontri residenziali di poesia e letteratura a Trieste e nel Friuli Venezia Giulia
organizzati dalla Rivista e Associazione culturale Almanacco del Ramo d’Oro e Collegio del
Mondo Unito dell’Adriatico
in collaborazione con Società italiana delle letterate, Vita Activa editoria, Casa internazionale
delle Donne Trieste, LeggereDonna
Espansioni
Duino (Trieste), 21-26 giugno 2017

 
 

Il Laboratorio residenziale di poesia e letteratura è un progetto caratterizzato da prospettive diverse, crea occasioni di confronto e scambio con rapporti formali e informali, tra poete/i, scrittrici, scrittori di varie tendenze, con letture, seminari, video, performances. Caratteristica del progetto è la residenzialità “aperta” delle/degli ospiti che soggiornano per cinque giorni a Duino (Trieste), presso il Collegio del Mondo Unito e incontrano il pubblico appassionato di letteratura in varie occasioni e luoghi, condividendo momenti e spazi della vita quotidiana. Il progetto punta sulla riappropriazione di un tempo più disteso, nel quale l’incontro con “l’autore” non avviene solo nel momento già organizzato della lettura pubblica, ma anche in situazioni informali, amichevoli. Da qui il carattere della manifestazione che non ama i riflettori violenti e preferisce l’arte discreta della conversazione.

Le mattine sono dedicate al Seminario presso il Collegio del Mondo Unito (h. 9.30 – 13.00). I pomeriggi, Lavori in corso (15.30 – 17.00), al confronto tra i/le partecipanti (con presentazioni di libri o di progetti in fieri). Ogni partecipante può proporre un progetto, un libro, un argomento da trattare. Nel tardo pomeriggio-sera (dalle h. 18.00) letture pubbliche di poesia e prosa in luoghi diversi.

 

Tema del Seminario di quest’anno: Corpi in scena.

 

C’è una attenzione rinnovata ai corpi nella società di oggi, sia quelli che prendono le pubbliche piazze e mostrano forme di opposizione e dissenso nelle manifestazioni nazionali e internazionali che caratterizzano la nostra contemporaneità (ultimi, i cortei mondiali dell’8 marzo), sia quei corpi migranti che affondano nel mare, o quelli lacerati da violenze e abusi, o emarginati, sfruttati, negati, uccisi. Oppure i corpi delle donne da sempre luogo di potere e ideologie di altri, o ancora i corpi trasformati, riprodotti dalla tecnologia e dalla scienza. Non solo i corpi belli, atletici delle copertine. Judith Butler, nell’ultimo suo libro tradotto, L’alleanza dei corpi (2017), ragiona di «azione plurale incarnata» e Federica Castelli, in Corpi in rivolta. Spazi urbani, conflitti e nuove forme della politica (2015), si interroga su che cosa significa occupare uno spazio urbano, come è cambiata la misura della convivenza nella società. Adriana Cavarero nel suo Corpi in figure (2000), mette a fuoco i complessi rapporti tra politica e corpo, e con Orrorismo ovvero della violenza sull’inerme(2007), riflette sulla violenza quasi quotidiana che attraversa le nostre società. Rosi Braidotti nel suo ultimo Per una politica affermativa. Itinerari etici (2017), ricorda che «una società così affascinata dalle tecnologie e dall’immaginario mostruoso e/o postumano, necessiti semplicemente di nuovi schemi concettuali e nuovi parametri etici».
Nella cultura occidentale sul corpo si sono depositate numerose stratificazioni e sedimentazioni, a partire dalla dicotomia platoniana, che ne hanno condizionato le rappresentazioni. Di corpo sessuato e rapporto con la scrittura ragionano il libro a cura di Paola Bono Scritture del corpo (2000), e molti romanzi di autrici contemporanee, come ad esempio Assia Djebar.
Nell’arte i corpi sono in scena da anni, performativi, luoghi di scritture plurime, manifesti di tendenze e controculture. Anche nella poesia i corpi sono espressi, esibiti senza pudori in molte scritture di donne e uomini. Corpi deboli, vecchi, malati trovano narrazioni e sguardi che non li annientino, non li nascondano più. La ricerca delle parole necessarie, capaci di raccontare il presente nella sua complessità sembra aprirsi a ulteriori interrogazioni e pensieri. È proprio uno spazio di pensiero e narrazione quello che intendiamo proporre con queste tematiche dai molti e diversi approcci e percorsi di analisi.
Un tema aperto, stimolante, su cui fare proposte e interventi.

 
 
Programma:
 
 
21 giugno mercoledì
 
h. 15.00 Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico Duino/Devin – Accoglienza
nelle residenze Villa Lucchese e Ex Uffici.
h. 16.00 Ritrovo dei partecipanti alla Residenza Villa Lucchese
h. 18.00 Sito archeologico di San Giovanni in Tuba – Duino
h. 18.00 Letture poetiche: Carmela Fratantonio, Melita Richter, Laura Ricci, Roberto Dedenaro, Luigina Lorenzini. Al liuto Federico Rossignoli.
 
 
22 giugno giovedì Collegio del Mondo Unito
 
h. 9.30 Seminario: Melita Richter (sociologa): “Soggetti o strumenti? Corpi violati, corpi in-visibili”; Donatella Franchi (artista): “Ascoltare il brusio della vita. Pratiche artistiche e cura”; Laura Ricci (giornalista, poeta): “Scrivere poeticamente sulla crudeltà – Rose di pianto, (+ video)”. Discussione.
h. 13.00 pranzo
h.15.00 partenza per Štanjel (San Daniele del Carso – Slovenia), visita al tipico villaggio carsolino e alla Galleria di Lojze Spacal (grande pittore del Novecento) accompagnati dall’artista Jasna Merkù.
h. 17.00 Letture poetiche: Alexandra Zambà, Luigi Cannillo, Federico Rossignoli, Marko Kravos, Boris Pangerc.
h. 19.00 rebechin presso Agriturismo Biodinamico Pri Kamnarjevih a Volchji Grad.
23 giugno venerdì giovedì Collegio del Mondo Unito
h. 9.30 Seminario: Alba Piolanti (scrittrice): “Reportage di alcuni laboratori volti con le detenute”; Giancarlo Stoccoro (psichiatra, poeta), Annalisa Ciampalini (poeta): “Alla corte dell’ES. L’Es gioca tiri straordinari, guarisce, fa ammalare, costringe ad amputare arti sani e fa correre la gente incontro alle pallottole (Georg Groddeck)”; Gisella Modica (SIL) e Rossella Caleca (sociologa): “La voce che esce dal corpo sessuato”. Discussione.
h. 13.00 pranzo
h. 15.00 Lavori in corso: Passione Poesia. Progetto a cura di Sebastiano Aglieco, Luigi Cannillo, Nicola Iacovella, (2016). Ricognizione sulla poesia italiana contemporanea; Laboratorio di Social Dreaming con Giancarlo Stoccoro.
h. 17.00 partenza per Gorizia – Parco Basaglia (Sede DSM) – Via Vittorio Veneto, 174. In collaborazione con Associazione A.M.A. – Linea di Sconfine.
h. 18.00 Letture: Giancarlo Stoccoro, Licia Ugo, Stefania Di Lino, Leila Falà, Claudio Grisancich. Improvvisazioni alla tromba di Sandro Carta.
 
 
24 giugno sabato Collegio del Mondo Unito
 
h. 9.30 Seminario: Gian Andrea Franchi (filosofo): “La problematica del corpo di profughi richiedenti asilo”; Luigi Cannillo (poeta): “Corpo ed Eros nella poesia maschile”; Anna Zoppellari (Univ. Trieste): “Il corpo di Shéhérazade e le sue rappresentazioni in Oriente e Occidente”. Discussione.
Laboratorio di Social Dreaming con Giancarlo Stoccoro.
h. 13.00 pranzo
h. 15.00 Lavori in corso: Christian Sinicco e Giuseppe Nava, “Argo”. Annuario di poesia 2016; Marco Marangoni e Giacomo Vit: “L’Atlante dei poeti e la parola poetica creaturale”, per un Archivio dei poeti e della lingua dei poeti come si viene esprimendo nel territorio nazionale contemporaneo.
h. 17.00 partenza per Trieste – Nuova Libreria Triestina (Nova Tržaška Knjigarna) “TS 360” – Piazza Oberdan. In collaborazione con “Una scontrosa grazia”.
h. 18.00 Letture poetiche: Bianca Tarozzi, Loredana Magazzeni, Giuseppe Nava, Gabriella Musetti, Luisa Gastaldo.
 
 
25 giugno domenica Collegio del Mondo Unito
 
h. 9.30 Seminario: Zosi Zografidou (Univ. Salonicco):“La simbologia dei gesti della mano in letteratura”; Sergia Adamo (Univ. Trieste): “Moving Bodies. Movimenti sulle scene del presente”. Discussione finale.
Laboratorio di Scrittura autobiografica di Vita Activa Editoria: “15 Racconti”
h. 13.00 pranzo
h. 15.00 Lavori in corso: Bianca Tarozzi: “Scrivere la vita con leggerezza e sguardo profondo” a cura di Gabriella Musetti; Gisella Modica e Rossella Caleca: “L’esperienza della mise en espace de Le personagge sono voci interiori”.
h. 17.00 partenza per Trieste – Orto Lapidario – Piazza Cattedrale, 1
h. 18.00 Letture poetiche: Zosi Zografidou, Annalisa Ciampalini, Alessandro Canzian, Fulvio Segato, Maurizio Benedetti.
 
 
26 giugno lunedì – Partenza degli ospiti
 
a cura di Gabriella Musetti con la collaborazione di Giuliana Pregellio. Tutte le letture, presentazioni, seminari sono aperti al pubblico e gratuiti. Info: almanaccoramodoro@gmail.com
 
 
 
 

VEDI ANCHE