Jeremy Page (England) – ita/eng


 
 
OUTSIDE MUNKEDAL
Esse est percipi. Bishop Berkeley
 
Less than a week after Midsummer
and on this still, bright evening
there is no-one here.
No children play goose-march
or throw hens over cliffs;
no human presence intrudes.
 
But cows stand watchful in the fields
and there are elk in the woods.
Here a lamp burns at a window,
there a car door hangs open.
Smoke curls from a chimney
and the wooden houses breathe.
 
Everywhere is absence.
But somewhere you must be sitting,
the faintest pulse
in this still, bright evening,
bare-shouldered in candle light
and brushing long, brown hair.
  
 
 
 
 
 
FUORI MUNKEDAL
Esse est percipi. Bishop Berkeley
 
Meno di una settimana dopo la mezza estate
e in questa serata immobile e luminosa
non c’è nessuno qui.
Nessun bambino gioca alla marcia dell’oca
o getta galline sopra le scogliere;
nessuna presenza umana intrude.
 
Ma le mucche stanno attente nei campi
e ci sono alci nei boschi.
Qui una lampada brucia alla finestra,
là una portiera della macchina rimane aperta.
Fumo si arriccia da un camino
e le case di legno respirano.
 
Ovunque è assenza.
Ma da qualche parte devi essere seduta,
il polso più debole
in questa serata immobile e luminosa,
con le spalle nude a lume di candela
a spazzolare lunghi capelli castani.
 
 
Traduzione di Sara Comuzzo
 
 
 
 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.