Giuseppe Meluccio

Bozza automatica 1609
 
Mario Famularo propone Giuseppe Meluccio
 
 
Ci sono masse nel tuo sopraggiungere
lieve presso il mio fragile campo
che incurvano le dimensioni premono
sulle giunture dello spazio
della mente
e mi fanno scivolare
giù per le geodetiche del senso
al buio trascinato
dall’attrazione verso
le profondità del continuo
 
Nel movimento astrale
si fa carne l’eleganza
di un universo ansioso
come noi
che per qualche secondo respiriamo
in un tempo che si è dilatato
e adesso prova a nascondere
la voglia di scorrere
per sempre lento
 
 
 
 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.