Gabriella Sica

Gabriella Sica
 

foto di Dino Ignani

 
 
Per Dario
 
“Questo povero tempo uccide i poeti!”.
 
Così mi dicesti la sera ch’era
morta Amelia, calmo e sereno,
così ti sento dire mentre tutti
noi e un secolo di morte saluti.
 
Diceva un poeta inglese a Roma morto,
nell’acqua va il nostro nome scritto,
nel vento e sulla sabbia, caro Dario,
gentile amico ribelle negli anni.
 
Quando noi tutti qui morti saremo
e il nostro io deposto con pietà avremo
ancora torneranno le rondini,
il cielo azzurro, i fiori e le stagioni.
 
Noi qui siamo soltanto le staffette
d’una catena viva in tanto dolore,
nel tempo nostro amato e sacro,
con la torcia in mano della poesia.
 
 
ottobre 1996
 
 
 
 

VEDI ANCHE