Brenda Porster (Italia) – ita/eng

Brenda Porster (Italia) - ita/eng

 
 
Antigone in Apulia
 
Cast out we were
into the dark sailing away
not towards, but together,
she exactly filled
the empty cradle of my arm, craving
a damp-warm weight her need
only I could meet,
the dark vague depths
of eyes, the desperate searching,
the shell-clenched fists,
rosy, uncurling shrimps
grasping my breast, tentative
lips and then that clamping pull
of life from me to her fulfilled
our mutual need, each to each
bound, in perfection,
the circle closed.
 
When did I see she was not
there, her small weight gone
limp, suspended, all warmth
drained, the searching ended?
She no longer needed me,
while I was left longing,
my arm circling,
empty. Chill terror clamped
my breast and suddenly I knew:
they would come
and cast her down to depths
infinite she would drop
down never to be found,
her tiny body unfurling
waving anemone limbs
forever searching forever
exposed.
 
No! This could not be! I,
her mother, would provide
for her a warm covering,
decent sand and place,
a collocation of the mind,
for both our needs together
a final time, before I said
once more — good-night,
good-night, my heart’s own dear,
and left her there.
 

Note: For burying her baby daughter on the beach of Apulia, where she had landed after escaping from Kosovo, this Roma mother was arrested by the Italian police and charged with illicit concealment of a corpse

 
 
 
 
 
 
Antigone in Puglia
 
Scagliate eravamo
nel buio navigare
senza meta, ma insieme,
lei riempiva esattamente
l’avida culla del mio braccio vuoto
un umido peso caldo il suo bisogno che io solo
potevo saziare, le vaghe profondità scure
degli occhi, il disperato cercare
manine strette curve a conchiglia, rosee
dita-gamberetti che afferrano
il mio seno, titubanti
labbra e poi il tiro come tenaglia
di vita da me a lei a soddisfare
il nostro mutuo bisogno
l’una all’altra legate, in perfezione,
il cerchio chiuso.
 
Quando ho visto che lei non c’era
più, il suo piccolo peso
fiaccato, sospeso,
il calore, tutto, esaurito,
il suo cercare finito?
Non aveva più bisogno di me,
mentre io ero rimasta
anelante, il mio braccio un cerchio
vuoto. Un terrore di ghiaccio mi ha afferrato
il petto, e all’improvviso ho saputo:
sarebbero arrivati loro,
e l’avrebbero gettata negli infiniti
abissi, sarebbe caduta
giù per non essere trovata più
il suo piccolo corpo a spiegare
braccia fluttuanti di anemone
per sempre cercando per sempre
esposta.
 
No! Così non sarà! Io,
sua madre, le avrei reso
una calda copertura, sabbia decorosa
e luogo, una collocazione
della mente, per entrambi i nostri bisogni
un’ultima volta, poi le ho detto
finalmente — buona notte
cuore mio, buona notte,
e l’ho lasciata là.
 

Nota: Per aver seppellito la figlia neonata sulla spiaggia della Puglia, dove era approdata dopo essere fuggita dal Kossovo, questa madre Rom fu arrestata dalla polizia italiana e denunciata per occultamento illecito di cadavere.

 
 
traduzione di Andrea Sirotti
 
 
 
 

VEDI ANCHE

One comment on “Brenda Porster (Italia) – ita/eng