Amedeo Giacomini

 
 
Jessi bessôi dopo vîncj ains,
jo e tè, di bessôi,
ognun cul so dûr drenti,
cul so desert glassât…
Jo, peraule muarte,
quânt ch’j’ la misuri cun tè…
(Amôr sidin il mió,
fat di sbàlios,
di un ridî di vôi…)
Vîncj ains insieme,
di bessôi ‘ste gnot
ch’i tu vâs bessole
tal mâr di un sium
ch’j’ speri tormentôs!…
 
 
 
 

Essere soli dopo vent’anni, / io e te, soli, / ognuno con il suo duro dentro, / con il suo deserto di ghiaccio… / Io, parola morta, / quando la misuro con te… / (Amore muto il mio, / fatto d’errori, / d’un ridere d’occhi…) / Venti anni insieme, / da soli stanotte / che entri sola / nel mare di un sogno / che spero tormentoso!…

 
 
 
 

VEDI ANCHE